24/5/2019
1 Giugno 2019 Ritornano le Ostriche in Enoteca Catullo.
A grande richiesta ritornano le Ostriche protagoniste della degustazione che si terrà Sabato 1 Giugno 2019 alle ore 20,30 nella saletta privata dell’Enoteca Catullo.

L’argomento saranno sempre le Ostriche Concave ma, diversamente dalla conviviale precedente dove abbiamo considerato la differenza tra selvagge ed affinate, in questa occasione verranno presentate per luogo di produzione.
Saranno sei le tipologie di Ostriche, prestigiose e pluripremiate, che serviremo in due portate separate.

Esordiremo con uno dei marchi francesi più conosciuti al mondo: Ostrica Concava Gillardeau.
Allevata nella piccola azienda di famiglia fondata oltre 110 anni fa vicino a La Rochelle e L’Ile d’Oleron, in Bretagna, Francia occidentale. Gillardeau da quattro generazioni produce solo Ostriche Speciali, le più richieste dagli chef europei.
Di gusto raffinato, con un giusto punto di dolcezza e salinità, carnosità con tenerezza; un’autentica delizia.

Nella stessa portata degusteremo le cosiddette “Ostriche dello sbarco”; la Concava Prestige des Mers Utah Beach.
Allevata in Normandia in una zona ben esposta al vento e continuamente bagnata da numerosi fiumi. Un’ostrica che presenta un contenuto in Jodio e un tasso di carne molto abbondante.
Bianca per natura, dalla carne generosa che riempie tutto il guscio, morbida e di sapore intenso con una leggera sfumatura che ricorda la nocciola. Un’ostrica per appassionati.

La terza Ostrica sarà una Kys Marine della Normandia.
Sicuramente una speciale, perché questa è una delle poche ostriche in Francia coltivate in sacchi appesi.
Osservando attentamente le ostriche selvatiche, il coltivatore di Kys Marine ha ideato un sistema che utilizza gli effetti benefici del moto ondoso e della miscelazione delle onde. Fare in modo che le ostriche lavorino di più per sviluppare la carne e il guscio.
Il suo guscio bianco, la freschezza e il sapore, che unisce la nocciola allo jodio, è dolce e salato insieme.
Questa ostrica è spesso premiata nel concorso agricolo generale con medaglia d’oro e selezionata a Parigi come prodotto d’eccellenza.

Esaurita la prima portata di sole Ostriche francesi, serviremo un piatto caldo. Si tratta di una Oyster Soup; Vellutata di Ostriche.
Un primo piatto tipico delle fredde serate irlandesi. Una maniera alternativa per gustare il pregiato bivalve.

La seconda portata prevede due Ostriche Irlandesi e, finalmente, un’ostrica italiana allevata in Sardegna.

Concava Speciale Cocollos, allevata in Irlanda del Nord in una zona qualitativamente eccezionale.
Un’area ricca di storia e di tradizione dove da generazioni si lavora con amore e conoscenza.
Un’ostrica dal sapore dolce, morbida, molto carnosa dal gusto unico di nocciola.

Una seconda ostrica irlandese: Concava Special d’Irlande de Donegal.
Il litorale irlandese dove viene allevata questa ostrica, beneficia di correnti naturali, di una corretta temperatura dell’acqua e di un notevole apporto di plancton; ciò porta alla produzione di ostriche semplicemente deliziose che identificano un territorio.
Parliamo di un’ostrica molto carnosa, non eccessivamente jodata e con un sapore finale dolce.

Ed eccoci, finalmente, a degustare un’ostrica italiana: Concava di Sardegna Special Sandalia.
Al centro della costa orientale della Sardegna c’è lo stagno di Tortoli, uno specchio d’acqua di circa 280 ettari situato in un contesto di altissimo livello, le spiagge di Tortoli, premiate con 6 Bandiere Blù dalla Foundation for Environmental Education.
E’ qui che vengono allevate le Special Sandalia.
Esternamente si presentano con un colore che vira dal bianco panna al nero passando per diverse tonalità di bruno.
All’esame gustativo si evidenzia una giusta carnosità del corpo in equilibrio con la parte più sottile; il gusto iniziale sapido lascia spazio alla piacevolezza della mandorla e della nocciola per concludersi con una prolungata, armonica, sensazione zuccherina.

Come sempre NON abbineremo Champagne o Spumante! L’ostrica non gradisce.
Inizieremo quindi con un Bianco di San Dorligo della Valle, in provincia di Trieste.
Si chiama Matos non Et Selezione limitata 2012, prodotto da Elena Parovel.
Si tratta di un blend di Malvasia Istriana (60%), Sauvignon (30%) e Semillon (10%).

Per ora mi fermo qui! Il seguito della conviviale lo scopriranno gli Amici che avranno la voglia ed il piacere di condividere la serata.

Vi aspettiamo quindi Sabato 1 Giugno 2019 alle ore 20,30 in Enoteca Catullo.
Come sempre i posti a disposizione sono limitati.
Prenotatevi per tempo chiamando il n° 037232077.

Powered by AlphaTeam