GRAPPA POLI BARRIQUE 1898 SOLERA DI FAMIGLIA 18-98  -   cod. 00000433
Categoria: Grappa e Distillati di Frutta
Prezzo: non disponibile
Disponibilità: 1
Contenuto: 0,70 lt.
Confezione: 1
Località: Italia-Veneto
Produttore: Jacopo Poli Schiavon TV


Chiedi informazioni sul prodotto

 
Il cognome della famiglia Poli (che significa figli, discendenti di Paolo) ha origine da "Polo" (Paolo), il quale nel '400 possedeva "quatro campi de tera, quaranta piegore e tre vache" a Gomarolo, sulle colline nei pressi di Bassano del Grappa.
Giobatta era il nome del bisnonno di Jacopo.
Produceva cappelli di paglia, attività piuttosto fiorente all'epoca, ma aveva una grande passione: la Grappa.
Costruì una piccola distilleria montata su un carretto e andò per case a distillare vinacce.
Iniziò così, nel 1898, la storia di grappaioli della famiglia Poli.
Giovanni, nonno di Jacopo, raccolse l'eredità spirituale di suo padre; ricavò un impianto di distillazione modificando opportunamente la vaporiera a legna di una locomotiva.
Giovanni era un vero patriarca, ma anche uno spirito illuminato e progressista; era sua la prima auto della zona e aveva il telefono con il numero 2 (il numero 1 era quello del centralino della Tel.Ve., la Telecom di allora.
Amava circondarsi di persone colte: alla sua tavola, la domenica, c'erano sempre Don Giovanni Toniolo e il Dottor Tegon; insieme leggevano e discutevano “Il Popolo” e “L'Unità”.
Toni Poli, padre di Jacopo, scorrazzava fiero, novello Ligabue, con la sua Guzzi rossa del '50.
Fu lui a modificare nel '56 l'impianto di distillazione originario in uso ancora oggi.
Un uomo di profonda umanità, troppo nobile per essere un buon affarista.
Infine Jacopo, nato in una caldaietta, il quale, con i suoi fratelli Giampaolo, Barbara e Andrea, prosegue una tradizione e insegue un obiettivo: far capire e apprezzare la fatica, la tenacia, ma soprattutto l'Amore racchiuso in un distillato.
L’edificio della Distilleria è un esempio di archeologia industriale di fine ’800; è considerato di interesse storico, ambientale per la sua struttura a porticato tipica delle abitazioni rurali venete.
L’alambicco è fra i più antichi ancora in funzione: è composto da caldaiette completamente in rame, come nella più ferrea tradizione e funziona a vapore con ciclo di lavorazione è discontinuo.

GRAPPA RISERVA POLI BARRIQUE 1898 SOLERA DI FAMIGLIA 18-98 2017 JACOPO POLI

Grappa da vinacce miste molto particolare in quanto ottenuta utilizzando il metodo “solera”; una Grappa che racchiude in sé la memoria del tempo.
Si tratta di un metodo di invecchiamento che permette di fondere in un blend armonioso diverse annate mano a mano che il tempo passa.
La nuova annata viene introdotta nelle barrique situate nella fila più alta della cantina di invecchiamento, mentre la Grappa destinata all’imbottigliamento viene prelevata dalla fila vicina al suolo (solera).
Non si svuota mai interamente la fila solera, ma solo una parte, che verrà rimpiazzata da altrettanta Grappa proveniente dalla seconda fila, che a sua volta verrà riempita dalla terza fila e via di seguito, con una serie di travasi successivi.
In questo modo nella fila più bassa si vengono a miscelare annate sempre più vecchie.
La Solera di Famiglia 18-98 è stata costituita a partire dal 2001, mettendo da parte ogni anno 7 barrique di Grappa fino al 2014, portando così a 98 il numero di barrique dedicate a questo prodotto.
L’acquavite più giovane che viene via via immessa nella solera di famiglia ha un invecchiamento minimo in barrique di 18 mesi.
Dal 2015 si è iniziato a creare un blend delle varie annate, in modo da ottenere una Grappa capace di esprimere nel corso degli anni uno stile unico e inconfondibile.
Contenuto: 70 cl.
Gradazione alcolica: 55% Vol.

Powered by AlphaTeam